Torna alla Home Page
Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria CREA IT 
Ingegneria e Trasformazioni agroindustriali
Via Venezian 26
20133 MILANO
Tel: +39-02-23.95.57.200 - Fax: +39-02-2365377
E-mail: it@crea.gov.it  PEC:iaa@pec.entecra.it
Direttore Dr.Paolo Menesatti
Responsabile amministrativo  Elena Certelli +39 06 90675204
Referente scientifico D.ssa Anna Rizzolo +39 02 239557222
 

 

CONTATTI
 


          Direttore: Dr.Paolo Menesatti  paolo.menesatti@crea.gov.it                  Referente scientifico: D.ssa Anna Rizzolo anna.rizzolo@crea.gov.it POSTA 

STRUMENTAZIONE

IL CONCETTO DI QUALITA’

   La qualità è una classificazione di un insieme di caratteristiche del prodotto

    La qualità è una valutazione del prodotto che lo rende più adatto all’uso

    La qualità è un insieme di proprietà che soddisfano le aspettative del consumatore

Oltre alle norme internazionali di qualità ICE/CE per la classificazione dei prodotti ortofrutticoli basate sull’aspetto e sul calibro, i parametri tradizionali di qualità degli ortofrutticoli comprendono: il peso, la consistenza, il colore, il contenuto in zuccheri e acidi, la serbevolezza

Quindi la qualità è un concetto dinamico che cambia nel tempo, è espressione di un soggetto e può essere misurata attraverso una serie di parametri

LA QUALITA’ SECONDO I PROTAGONISTI DELLA FILIERA

OPERATORE AGRICOLO

(> ricavi)

1.       Produttività

2.       Resistenza alle avversità  biotiche e abiotiche

3.       Aspetto

 

CENTRALI

(vendere il + possibile al miglior prezzo)

 

1.       Rispetto norme CE

2.       Uniformità

3.       Aspetto

 

COMMERCIANTE

GDO - VENDITA DETTAGLIO

(soddisfare il cliente per acquisti ripetuti – fidelizzazioni)

 

 

1.       Aspetto

2.       Resistenza al trasporto e  alle manipolazioni

3.       Buona shelf-life

4.       Packaging

CONSUMATORE

(essere soddisfatto al < prezzo)

 

1.       Aspetto

2.       Packaging

3.       Caratteristiche  organolettiche

4.       Salubrità

5.       Prod. BIO

 

SISTEMA QUALITA’ GLOBALE

Le norme di qualità (esterne) sono un prerequisito

Nuovi “valori emergenti” della qualità:

La sicurezza

La tracciabilità

Il sapore (riscoperta)

I valori nutraceutici (contenuti salutistici)

  OGGETTIVITA' DELLA QUALITA':

Oggi ci sono le tecnologie per misurare alcuni caratteri qualitativi, anche intrinseci, con metodi non distruttivi

NIRs

Naso elettronico

 Analisi dell’immagine

Colorimetria

Risonanza magnetica e paramagnetica



Il CREA-IT Milano ha in dotazione attrezzature tecnico-scientifiche: "qualificanti"

Nome

Descrizione

Funzione/Immagine

HPLC

Cromatografia liquida ad alta pressione (High Pressure Liquid Chromatography), più semplicemente nota con l'acronimo inglese HPLC. Si tratta di una tecnica cromatografica che permette di separare due o più composti presenti in un solvente sfruttando l'equilibrio di affinità tra una "fase stazionaria" posta all'interno della colonna cromatografica e una "fase mobile" che fluisce attraverso essa. Una sostanza più affine alla fase stazionaria rispetto alla fase mobile impiega un tempo maggiore a percorrere la colonna cromatografica (tempo di ritenzione), rispetto ad una sostanza con bassa affinità per la fase stazionaria ed alta per la fase mobile.



Microscopio Olympus mod. BX43 con telecamera raffreddata a colori

Questo microscopio digitale, dotato di un versatile zoom, può essere trovato nelle classi, nei laboratori e pensino nelle linee produttive per il controllo di qualità.

EPR La risonanza paramagnetica elettronica o risonanza di spin elettronico, nota come EPR (dall'inglese Electron Paramagnetic Resonance) o ESR (Electron Spin Resonance), è una tecnica spettroscopica impiegata per individuare e analizzare specie chimiche contenenti uno o più elettroni spaiati (chiamate specie paramagnetiche). Queste specie includono: radicali liberi, ioni di metalli di transizione, difetti in cristalli, molecole in stato elettronico di tripletto fondamentale (ad es. l'ossigeno molecolare) o indotto per fotoeccitazione. I concetti basilari della tecnica EPR sono analoghi a quelli della risonanza magnetica nucleare, ma in questo caso sono gli spin elettronici ad essere eccitati al posto degli spin dei nuclei atomici.
INSTRON Le nostre macchine possono testare qualsiasi tipo di materiale dal filamento più fragile alle leghe più avanzate e resistenti. Instron offre un'ampia gamma di servizi, tra cui tarature, training, supporto tecnico ed assistenza.
Colorimetro ll Colorimetro è uno strumento che permette una rapida analisi del colore e delle differenze cromatiche tra campione e la superficie testata. Il vasto campo di applicazioni svaria dall'industria plastica e tipografica a quella tessile e dell'abbigliamento, senza contare tutte le altre lavorazioni che ruotano attorno al parametro 'Colore”, verniciatura e laccatura in primis. Lo strumento è stato progettato per fornire informazioni rapide con misurazioni precise ed accurate dei colori su materiali quali carta, vernici, materie plastiche, piastrelle, pitture murali, tessili, frutta, farina, pasta etc. click per ingrandire

Termocamera

La termocamera (anche detta telecamera termografica) è una particolare telecamera, sensibile alla radiazione infrarossa, capace di ottenere immagini o riprese termografiche. A partire dalla radiazione rilevata si ottengono dunque delle mappe di temperatura delle superfici esposte spesso utilizzate a fini scientifici o anche militari. Le termocamere si dividono in radiometriche e non radiometriche. Le prime consentono di misurare il valore di temperatura assoluto di ogni punto dell'immagine. L'immagine, infatti, è costruita su una matrice di un certo numero di pixel per un certo numero di righe. L'elettronica dello strumento "legge" velocemente il valore di energia immagazzinata da ogni singolo pixel e genera un'immagine, in bianco e nero o in falsi colori, dell'oggetto osservato.

NASO ELETTRONICO

Caratterizzazione di una emissione attraverso l’individuazione dei suoi traccianti principali determinandone l'impronta. Accertamento della presenza sul territorio di un inquinamento odorigeno e della sua provenienza in termini oggettivi, costruendo una mappa delle possibili dispersioni nell'ambiente circostante. Determinare i tempi di permanenza della molestia olfattiva sul territorio. Valutare l'intensità della ricaduta dell'odore rilevata rispetto l'aria del fondo ambientale e determinare il fattore di dispersione, integrando i tempi di permanenza della ricaduta sul territorio con l'intensità della stessa. Controllare la diffusione di singoli inquinanti volatili (aziende chimiche e petrolchimiche) di particolare rischio tossicologico. Monitorare e verificare in tempo reale la qualità dell'aria in un ambiente di lavoro.

GASCROMATOGRAFO

La gascromatografia, nota anche come GC, è una tecnica cromatografica impiegata a scopo analitico. Si tratta di una tecnica di chimica analitica piuttosto diffusa, che si basa sulla ripartizione dei componenti di una miscela da analizzare tra una fase stazionaria e una fase mobile gassosa[1], in funzione della diversa affinità di ogni sostanza della miscela con le fasi.

Sistema iperspettrale completo di nir

Sensore Imaging Iperspettrale Hyperspec NIR. La tecnologia NIR in trasmittanza proposta da SACMI è semplice, innocua e permette un'analisi non distruttiva indiretta delle principali caratteristiche interne dei materiali organici. La tecnologia consiste nell'illuminare il prodotto in oggetto con un fascio di luce nelle lunghezze d'onda del vicino infrarosso (400 - 1100 nm) ed esaminare lo spettro di luce residua dopo che questa ha attraversato il frutto.

Fotocamera IS NIR

ASSORBIMENTO DEI LEGAMI VIBRAZIONALI CHNHOH nell'intervallo di lunghezze d'onda del vicino infrarosso

Linea per la produzione di conserve vegetali ed animali

Il primo prototipo è la linea di produzione di conserve vegetali, animali e mini-caldaia per produzioni casearie, esprime compattezza e multifunzionalità. In pochi metri quadrati sono riuniti stazioni di lavaggio e triturazione, un elemento centrale destinato alla cottura/concentrazione, sia a “bacinella aperta”, sia sotto vuoto.


Essiccatore ad energia solare per frutta ed ortaggi in pezzi

Un impianto pilota contraddistinto dalla semplicità del principio costruttivo, dal prezzo di acquisto estremamente contenuto e dal costo di esercizio inesistente.


Negozio mobile refrigerato con solare fotovoltaico

Sicurezza e qualità alimentare sono i concetti che hanno suggerito la progettazione di questo prototipo, un negozio mobile con banchi di vendita refrigerati da energia rinnovabile. Il negozio ospita sul tetto dei pannelli fotovoltaici che concorrono al funzionamento dei frigoriferi. Tutto il sistema sfrutta un innovativo circuito refrigerante ad “accumulo”. L’autonomia energetica del negozio (9 ore) supera la normale durata di una giornata di vendita al mercato.


calorimetro differenziale
calorimetro differenziale
carte-colorimetriche
carte colorimetriche
colorimetro-per mele
colorimetro per mele
dinamometro e orecchio elettronico
dinamometro e orecchio elettronico

dinamometro

 campana recupero aromi

misuratore di ossigeno

penetrometro manuale

rifrattometro manuale

rifrattometro digitale

rifrattometro digitale

viscosimetro


 A cura di: Stellari Annamaria